Il Museo del Prado

>Il sito ufficiale del Museo del Prado
Il Museo del Prado è una delle pinacoteche più importanti del mondo e si trova a Madrid in Spagna.
Vi sono esposte opere dei maggiori artisti italiani, spagnoli e fiamminghi, fra cui Fra Angelico, Andrea Mantegna, Antonello da Messina, Sandro Botticelli, Raffaello, Tiziano, Andrea del Sarto, Correggio, Parmigianino, Federico Barocci, Caravaggio, Artemisia Gentileschi, Giambattista Tiepolo, El Greco, Diego Velázquez, Francisco Goya, Rogier van der Weyden, Hieronymus Bosch, Rembrandt, Pieter Paul Rubens, Antoon van Dyck, Jacob Jordaens e molti altri.

L'edificio che ospita il Museo del Prado fu ideato da Carlo III di Spagna fra i suoi lavori illustrati, come il Gabinete de Historia Natural, sullo sfondo di una serie di istituzioni di carattere scientifico situati nel progetto di riurbanizzazione chiamato Salón del Prado. A tal fine, Carlo III poté fare affidamento su uno dei suoi architetti preferiti, Juan Villanueva, autore, oltre che della sede del Museo, del vicino giardino botanico.

Come detto il prestigiosissimo museo spagnolo dovrebbe essere meglio definito come "pinacoteca" ma è universalmente conosciuto come Museo Nacional del Prado, accettiamo di buon grado la definizione e lo includiamo tra i musei di cui vogliamo parlare in questo sito.

Come il sito del Louvre anche quello del Prado è realizzato in spagnolo e in inglese, alle "altre" lingue sono dedicata delle sezioni di dimensioni inferiori: non tutto è tradotto ma anche in lingua italiana sono presenti le informazioni essenziali per una visita, prezzi, orari, giorni e condizioni di accesso, informazioni e servizi e una selezione di 15 opere presentate anche in lingua italiana.

A differenza del sito dei musei vaticani quello del Prado ha una veste grafica e un'impaginazione molto moderna ma soprattutto presenta delle sezioni molto be fatte per invogliare il visitatore a visitare il museo.
Ad esempio sono proposti dei percorsi di visita a seconda del tempo a disposizione, seguendo quello da un'ora si possono ammirare le principali opere del museo mentre quello di tre ore consente di soffermarsi anche su quadri e statue considerati di importanza minore. Ovviamente è tutto relativo in quanto è molto difficile scegliere cosa vedere e cosa saltare in presenza di simili capolavori e a questo proposito va segnalato che il sito permette di avere un'anteprima a video di tutte le opere esposte, ognuna viene mostrata con una risoluzione grafica più che sufficiente ad avere un'idea ma che non potrà mai essere sostituita dalla visione reale.

Tutte le opere presentate sul sito, oltre a una breve scheda informativa, presentano sempre una mappa e un riferimento all'itinerario di visita, questo perchè anche per il sito del Prado l'obiettivo è chiarissimo: invogliare il visitatore del sito a recarsi personalmente nel museo!

Altro